Il Potere del cervello quantico

untitledIn questi giorni sta uscendo questo libro che ha battuto ogni record di prenotazione su Macro librarsi.

È solo un’astuta manovra di marketing?

Sfogliando il libro vi posso  dire che merita letto.

Se sei appassionato della crescita personale ma soprattutto sei stufo di vivere la stessa vita di un criceto sulla sua ruota, questo libro può aiutarti a cambiare qualcosa, almeno aiutarti a fare il prossimo passo nella tua evoluzione personale.

Ecco cosa dicono gli autori sul metodo che presentano in questo libro:

“Un metodo del quale alcuni importanti principi sono stati tramandati di generazione in generazione all’interno di ristrette cerchie di influenza (e immagina che ancora oggi piccoli gruppi di iniziati ne facciano uso nella sua versione più esoterica…).

Un metodo del quale alcuni importanti principi sono stati usati da grandi e influenti pensatori del passato, quasi per “piegare” gli eventi alla loro volontà, arrivando a cambiare le sorti di intere nazioni; modificando gli esiti di guerre; allontanando o favorendo epidemie, rivoluzioni, colpi di stato e molto altro ancora.

Un metodo che oggi trova la sua spiegazione razionale nelle ultime scoperte delle Neuroscienze e delle Scienze di confine, un metodo che va oltre le apparenze, oltre a ciò che le fonti ufficiali hanno finora deciso di divulgare.

Un metodo così potente perché nato in primis da un’intuizione, come accade quasi sempre per le scoperte semplici che fanno una grande differenza; ma che

Read More

Quattro buoni motivi per non innamorarsi (parte 2)

innamorati-spiaggia

Secondo motivo: cercate la vostra Ombra.

Ho usato la parola Ombra con la lettera maiuscola perché ho voluto usare questo termine secondo la teoria di Carl G. Jung, anche se in senso lato.

Jung parla dell’Ombra come degli aspetti di noi stessi che più ci sono sgraditi. Sono caratteristiche della nostra personalità che non accettiamo e che rinchiudiamo nel nostro inconscio.

Sappiamo che la nostra personalità sociale, quella che, per intenderci, mostriamo in pubblico, può essere molto diversa dal nostro atteggiamento interno. È come una maschera.

Terzo motivo: pensate ancora all’ex

è un caso che si verifica più spesso di quanto sembri. Una storia è finita ma si continua a sentirsi legati all’ex, si fanno confronti con i nuovi possibili partner ma alla fine si ritorna a preferire l’ex. E questo anche se le esperienze fatte sono state del tutto negative. Questa situazione coinvolge sopratutto due categorie di persone:

a. le vittime della sindrome dell’unico e grande amore;

b. le vittime della sindrome della ripetizione.

Si riconosce una vittima della sindrome dell’unico grande amore da due caratteristiche:

  1. crede ciecamente all’amore romantico;
  2. crede ciecamente all’amore a prima vista.

Cosa significa credere all’amore romantico? Non esisterebbe l’amore senza un po’ di romanticismo. È vero, ma in questo caso si tratta di un romanticismo che si scontra con le esigenze della vita quotidiana. La vittima della sindrome dell’unico grande amore aspetta il suo principe azzurro dicendo a se stessa: “Quando arriverà lo saprò fin dal primo momento”. Crede che l’unico, vero amore sia quello a prima vista, rifiutando di accettare il fatto che l’amore possa anche crescere poco a poco.

Non c’è niente di male ad innamorarsi in seguito a un colpo di fulmine ma chi è vittima di questa sindrome deve stare attenta (di solito sono sopratutto le donne) a non perdersi invece in un’infatuazione. Capita in questi casi che ci si innamori dell’amore più di una persona.

Quarto motivo: portate rancore al vostro ex

chi porta rancore all’ex ne è sempre consapevole dentro di sé anche se apertamente lo nega e dovrebbe evitare nuove storie fino a che non si sente disposto a considerare il passato come passato.

È facile individuare chi è in questa situazione: il primo segnale è quello di non perdere l’occasione di denigrare l’ex-partner, parlarne male e con troppa veemenza.

Il secondo segnale: il deluso che dice di non credere più all’amore e lo dice con amarezza, rivelando di non avere ancora dimenticato le sofferenze passate.

In generale, bisogna far bene attenzione prima di legarsi a persone che dimostrano in qualche modo rancore e amarezza verso gli ex-partner. Sono individui animati da un desiderio di rivalsa: il guaio è che l’oggetto di questa rivalsa potreste diventare voi. Potreste trovarvi a subire le conseguenze di tutte le recriminazioni del vostro partner contro l’ex.

Read More

Quattro buoni motivi per non innamorarsi

Ci sono almeno quattro buoni motivi per non innamorarsi:

bacio

  1. se cercate un riscatto;
  2. se cercate la vostra Ombra;
  3. se pensate ancora all’ex;
  4. se portate rancore al vostro ex.

 

Oggi ne parliamo del punto 1.

è un vecchio concetto ma giova ripeterlo: per amare qualcuno è necessario amare per prima se stessi. L’autostima è il primo gradino su cui si costruisce una storia d’amore. Se non ci vogliamo bene, e non abbiamo fiducia nelle prospettive per il futuro, cosa avremmo da offrire al partner?

Niente. Ci rivolgeremo a lui come se ci potesse salvare da una situazione che non ci piace e cercheremo solo di prendere ciò che riteniamo possa migliorare la nostra idea di noi stessi.

L’amore richiede preparazione e il primo passo per costruire una storia d’amore è l’autostima. Se non sentite di averla raggiunta, meglio aspettare. Prendete tempo e dedicatevi a voi stessi: realizzate qualcosa di cui andare fieri.

In questo modo avrete davvero qualcosa da offrire al vostro futuro partner.

Bisogna porsi alcune domande: come manifesto le mie opinioni? Come reagisco alle critiche? Sono capace di far valere le mie esigenze?

Read More

Gli Esercizi di Ricarica di Paramhansa Yogananda

gli-esercizi-di-ricarica-di-paramhansa-yogananda-dvd-libro-64737Ecco un cofanetto che contiene il DVD e il libro con un contenuto molto interessante: l’energia!

Perché lo trovo interessante?

Perché, tutti i giorni per poter funzionare abbiamo bisogno di energia. Le nostre cellule hanno bisogno di energia.

La prendiamo dai alimenti, dall’acqua (se è buona e priva di informazioni distorte) e dall’aria, se sappiamo respirare in modo corretto. Tutto questo per funzionare. Ma anche i nostri progetti, i nostri sogni hanno bisogno di energia. Per poter manifestare abbiamo bisogno di energia e più un nostro progetto è “importante”, più energia ci occorre.

In effetti, molte tradizioni mettono l’accento sull’accumulo di energia per poterla usare nel manifesting. La utilizzano gli sciamani Huna, gli yogi e anche i maghi.

L’energia, in realtà è dappertutto, è disponibile ma non tutti sanno come accedere e usarla. Per questo trovo interessante questo video e il libro allegato.

Read More

Quali sono i numeri fortunati del Manifesting?

Perfect-and-gradual-unfolding

17, 68 e 86.400….

Eccoli! Questi sono i numeri del manifesting!

Usi la creazione consapevole tutti i giorni?

Oppure spesso ti auto convinci che:

  • non hai tempo,
  • hai provato ma non funziona,
  • ci vuole tempo per scrivere gli obiettivi,
  • si deve imparare a visualizzare in modo corretto prima di fare la meditazione per il manifesting….
  • Ecc.

Quindi, non trovi mai il tempo per annotare i tuoi obiettivi, non hai tempo per fare una visualizzazione come si deve e nemmeno trovi qualche minuto per farti un giro di EFT. Vero?

Sai quanti secondi ha un giorno? Esattamente 86.400

E sai quanti secondi di puro pensiero ci vogliono per manifestare qualcosa?

Read More

SEI NATO RICCO – PARTE III

sei nato riccoEcco a voi la terza e l’ultima parte del libro SEI NATO RICCO di BOB PROCTOR.

vi consiglio caldamente di leggerlo e ri-leggerlo più e più volte!

Capitolo 6 – la legge della vibrazione e dell’attrazione

Chiunque cerchi di ottenere qualcosa necessita di un certo grado di fiducia in se stesso e quando accetta una sfida che man mano richiede sempre più forza morale di quella che riesce a radunare, ha bisogno della fede di Dio.

La Legge della Vibrazione

Postula che tutto vibra o si muove, niente sta fermo; tutto si trova in uno stato di movimento perpetuo e pertanto non esistono “l’inerzia” o lo stato di riposo. Dalla materia più eterea a quella più solida, tutto si trova in uno stato constante di vibrazione.

Passando dal grado di vibrazione più basso a quello più alto scopriamo che esistono letteralmente milioni e milioni di livelli o gradini intermedi.

Il pensiero è una delle forme più elevate di vibrazione, è molto potente per natura.

Le personalità “negative” sono deprimenti per chi sta loro intorno e dopo aver creato un inferno personale, sembrano contenti di sguazzarci dentro.

 La Legge della Polarità e della Relatività afferma che a ogni segno più corrisponde un segno meno; pertanto entrambe personalità (sia positiva che negativa) sono necessarie, in modo che possiate imparare a distinguerle l’una dall’latra e scegliere quindi quella ch evi farà progredire nella vita.

Read More
Pagina 1 di 3123