Il Silenzio del Cuore – Paul Ferrini

silenzio-del-cuore-newSolo pochissime persone hanno compiuto da sole il processo della propria guarigione, anche coloro che cercano di aiutare gli altri. La maggior parte di loro non sono guarite dentro.
Come possono aiutarti? Gli altri non possono aiutarti. Devi darti la guarigione da solo.
Se hai bisogno di qualcuno che ti guidi, scegli una persona che abbia percorso la via da solo/a. E stai molto attento: non sono molti quelli che l’hanno fatto. Se guardi con attenzione, potrai vedere se l’oscurità in loro è stata integrata, oppure se stanno ancora lottando per allontanarla.
Chiunque sia spaventato dai propri lati oscuri non può procedere verso la luce. Chiunque rifiuti la propria umanità e finga di essere completamente spirituale, non è integro né integrato.
Non accettare un guaritore ferito, anche se ha un nome angelico, anche se è tenuto in grande considerazione dagli altri.
Trovati una guida che non abbia un’agenda di lavoro. Qualcuno che ti dica: “Sì. Ci sono passato. Conosco grossomodo la strada, ma non so esattamente cosa ti aspetta. Tutto ciò che posso fare è accompagnarti, aiutarti a entrare nell’ombra e stare a vedere ciò che accade. Tutto ciò che posso fare è l’amico, non l’esperto”.
Non c’è nessun esperto. Ci sono semplicemente persone che hanno compiuto il viaggio e persone che non l’hanno fatto.
Coloro che sono arrivati in fondo non assumono un ruolo professionale. Sono stati resi umili dal loro viaggio. Coloro che il viaggio non l’hanno fatto fanno affermazioni tronfie, che vanno in pezzi la prima volta che s’identificano con te e che i loro pulsanti vengono premuti.
Chi ha fatto il viaggio fino all’inferno ed è tornato indietro non smania per il cielo. Non appartiene al regno delle favole. Odora di fuoco e di terra. La sua fronte è solcata dalle rughe, perché per secoli è stata sott’acqua. La sua bellezza è quella della terra. È una principessa segnata dal tempo, una madre, non una sposa dal candore virginale.
Per risorgere, per salire al cielo, prima devi incontrare il diavolo, a testa alta.
Non lo troverai, se continui a cercarlo negli altri. Se non credi nella tua esistenza, significa che non ti sei dato la pena di cercarlo dentro la tua mente. Il diavolo è la tua stessa presenza angelica, dissacrata. È la tua dimenticanza, la tua violenza nei confronti di te stesso. È colui che è ferito, crocifisso, l’angelo caduto dal cielo al letamaio, nella forza selvaggia dell’incarnazione terrena.
Lui è te, più di quanto non lo sia il tuo io angelico. Il tuo io angelico è etereo, come l’aria. Non è di questa terra. Non può elevarsi rispetto a ciò che non ha mai incontrato.
Il diavolo è di questa terra. La tua mente, il tuo ego è il creatore della terra, con tutto il suo dolore e la sua bellezza manifesti.
Non respingere la tua creazione prima di essere arrivato a conoscerla. Cammina sotto la pioggia. Bruciati sotto il sole. Rotolati nel fango. Assapora tutto pienamente. Non cercare di lasciare questo mondo prima di essere pronto. La necessità di partire segnala la totale dipendenza dallo stato di dolore.
Devo dirti francamente che non c’è nessun posto dove andare. È così. Non puoi andartene, uscire dalla tua stessa creazione. Devi muoverti in essa, essere con essa e imparare ad allontanarla da te.
Dio non verrà come salvatore, a liberarti da un mondo che ti sei creato da solo. Questa è una vecchia soluzione paradigmatica. Non ti dà alcun potere. Anche se fosse possibile, non sarebbe nel tuo interesse.
Dio arriva attraverso il tuo gesto di accettazione nei confronti della tua mente. Arriva nell’amore e nella compassione che porti a colui che è ferito, dentro e fuori. Arriva quando ti chini ad abbracciare le ali scure che si muovono piano, di fronte alla porta chiusa della tua paura. Queste ali non potranno farti male. Nessuno è dissacrato, per quanto grande sia la ferita che ha dentro. Nessuno viene derubato della sua innocenza, per quanto grave sia l’abuso che ha fatto o ricevuto.
Devi vedere attraverso quel colore scuro, ed entrare nel calore di quelle ali. Qui c’è una porta che conduce diritto al cuore. Entra nel tuo dolore! Non puoi arrivare a Dio se non attraversi la notte oscura dell’anima. Tutte le tue paure, i tuoi motivi di vergogna, devono essere innalzati. Tutti i tuoi sentimenti di separazione devono venire a galla per essere curati.
Come puoi risorgere dalle ceneri del tuo dolore, se prima non lo riconosci? Coloro che fingono di non avere ferite non inizieranno mai il viaggio spirituale. Coloro che aprono la ferita e fustigano se stessi o gli altri non faranno più di un passo nel processo di guarigione.
Se vuoi guarire, ricorda, lascia affiorare il dolore. Guarda la tua ferita, riconoscila. Sii con essa e lascia che essa t’insegni.

 

Read More

I collezionisti di paure… il cibo

ciboNonostante la possibile apparenza, lo studio dellalimentazione umana, al di là delle fondamentali nozioni di biochimica, è relativamente facile e alla portata di tutti; questo è il motivo, al mio parere, per il quale tutti si sentono degli esperti della materia, e non passa giorno senza che qualche “ricercatore” non meglio identificato non proponga la propria visione della dieta ideale, o riveli al mondo la scoperta di proprietà straordinarie contenute in un alimento piuttosto che laltro.

Le catene di SantAntonio sempre presenti sul web ci informano, nella sicurezza e la vigliaccheria dell?anonimato degli autori, di sempre nuovi pericoli nascosti nellalimentazione, da quelli del latte e derivati, del frumento, degli OGM, di pesticidi e sostanze chimiche letali, suggerendo sempre il ricorso a rimedi naturali prodotti da qualche benefattore dellumanità (ma sempre venduti a caro prezzo), oppure il ricorso all?assunzione di alimenti discutibili e immangiabili, di solito di provenienza orientale, come prugne sottaceto o mangimi per galline sotto forma di cibi salutari e disintossicanti.

Il problema è che anche i cosidetti specialisti come i naturopati seguono queste mode e ci propinano le più strane idee sul cibo e sui integratori da assumere…. che pena….

 

Read More

Ti manca il calcio?

crema di sesamo nero

Vorrei condividere con te un antico rimedio che è la miglior fonte di calcio biodisponibile. Butta via le pasticche di calcio, e fai una cura con il seguente miscuglio: semi di sesamo nero macinati mescolati in parti uguali con miele biologico.

Prendi ogni giorno un cucchiaino o anche due (è molto buono come sapore) e vedrai i risultati! Ovviamente, come in tutte le cose naturali, ci vuole costanza e pazienza. Ottimo rimedio per l’osteoporosi.

I semi di sesamo rappresentano una fonte preziosa di elementi nutritivi, racchiusi nelle minuscole dimensioni di ognuno di essi. Possono essere considerati tra i semi più importanti tra cui scegliere, pensando di nutrirsi al fine di mantenere un buon livello di salute, insieme ad altri semi benefici, come i semi di zucca, i semi di lino e i semi di girasole.

Proprieta’ dei semi di sesamo

I semi di sesamo possono essere considerati come una delle fonti vegetali di calcio principali. 100 grammi di semi di sesamo contengono infatti contenere dagli 800 ai 1000 milligrammi di calcio. Nella stessa quantità di semi di sesamo sono presenti circa 470 mg di fosforo, 815 mg di magnesio e 20,1 mg di ferro, oltre al 18,7% di proteine. Altre fonti vegetali di calcio sono rappresentate dai semi di chia, dalla quinoa, dai fichi secchi e dalle mandorle, oltre che da verdure come spinaci e broccoli.

Essi rappresentano inoltre una fonte di manganese, zinco e selenio. Sono inoltre ricchi di acidi oleici, che contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue e ad incrementare la presenza di colesterolo “buono” HDL. 100 grami di semi di sesamo contengono il 25% della dose giornaliera raccomandata di acido folico. Tra le vitamine del gruppo B, contengono niacina, nella quantità di circa 4,5 mg ogni 100 grammi, il 28% del fabbisogno quotidiano.

Ai semi di sesamo sono state attribuite proprietà antiossidanti e anticancro. Essi inibirebbero lo sviluppo del cancro al colon, per via del loro contenuto di acido fitico. Il loro contenuto di lignani permette il controllo della pressione sanguigna, con effetti anti-ipertensivi. Il consumo di semi di sesamo può contribuire a prevenire la formazione di placche sulle pareti delle arterie.

L’assunzione di semi di sesamo è benefica per le ossa, migliora le funzioni del fegato, è efficace nella rimozione dei vermi intestinali, riduce i reumatismi e i dolori articolari, stimola la circolazione e contribuisce a migliorare la digestione. L’olio di sesamo, ricavato dai semi, viene impiegato per la cura della pelle, per effettuare massaggi rinvigorenti, contro la forfora e per contrastare la congestione nasale.

 

Read More

Umberto Grieco – Perchè faccio i miracoli: vita e storia di Heliodoro, medico, stregone, mago, guaritore

Umberto Grieco è medico da più di cinquanta anni, esperto in bioelettronica e biorisonanza ed è stato docente presso le Università degli Studi dell’Aquila e della Sapienza di Roma. Nella sua pratica medica ha curato centinaia di casi difficili che gli hanno valso l’appellativo di “medico dei miracoli”.

Ho avuto l’onore di conoscerlo personalmente, ed è veramente un personaggio!

Vi metto qui sotto un video in cui si parla di lui anche se, in questo articolo, parlerò di un libro che il Dottore me lo ha regalato: “Perché faccio miracoli”.

Il libro è, in realtà, un romanzo, nella quale il Dottore racconta spezzoni di vita personale: il suo percorso come medico, i suoi incontri, le sue vittorie, le sue ferite.

Pensavo fosse un libro in cui vengono spigate tecniche di crescita personale e non un romanzo. In verità, è un libro di crescita personale perché attraverso le storielle racconta le sfaccettature dell’animo umano.

Una lettura piacevole e scorrevole. E sorpresa delle sorprese, il libro si conclude con

Read More

La storia della ranocchia

broscutaC’era una volta una gara fra ranocchi il cui obiettivo era arrivare in cima a una gran torre. Richiamata dall’insolito spettacolo, si radunò molta gente per vedere e fare il tifo. Cominciò la gara, ma in realtà, la gente probabilmente non credeva possibile che i ranocchi raggiungessero la cima, e si sentivano frasi del tipo: “Ma che pena… Non ce la faranno mai!” E così alcuni ranocchi, sentendo questi commenti, cominciarono a desistere, sfiduciati, tranne uno, che continuava a cercare di raggiungere la cima. Ma la gente continuava:

“… Che pena!!! Non ce la faranno mai!…”

Sempre più ranocchi si diedero per vinti tranne il solito ranocchio, testardo, che continuava ad insistere. Alla fine, tutti desistettero tranne quel ranocchio che, solo e con grande sforzo, raggiunse alla fine, la cima.

Sbalorditi e un po’ invidiosi gli altri ranocchi vollero sapere come avesse fatto e uno di questi, più curioso degli altri, si avvicinò per chiedergli come avesse fatto a concludere quella difficile prova. Non ottenne risposta: il ranocchio vincitore… era sordo!

Morale: non ascoltare le persone con la pessima abitudine di essere negative: derubano le migliori speranze del tuo cuore! Rammenta sempre il potere che hanno le parole che ascolti o leggi. Per cui, cerca di essere sempre POSITIVO!

 Riassumendo: Sii sempre sordo quando qualcuno ti critica o dice che non puoi realizzare i tuoi sogni.

Read More
Pagina 1 di 4312345...102030...Ultima »