Autostima in nove passi

gen
2011
19

scritto da on autostima, esercizi, Felicità

8 commenti

Inizio da oggi a proporvi alcuni esercizi che trattano l’argomento “autostima” e credo sia un argomento interessante per molti di voi.

Io ho già iniziato a fare gli esercizi quindi sono un passettino avanti, però ho deciso di postare questi esercizi solo dopo averli provati per poter condividere le mie esperienze a riguardo.

Iniziamo! Il primo passo è l’accettazione.

Anche se a me sembrava che mi amo e mi accetto così come sono (come canta e decanta il setup di EFT), debbo dire che ho scoperto che c’è ancora da “lavorare” sopra.

Migliorarsi costantemente è una cosa, l’odiare se stessi e cercare di cambiare anche attraverso le tecniche di miglioramento personale è qualcosa di (molto) diverso.

Ahia, che fatica ammettere certe cose! Che fatica levarmi le fette di prosciutto dagli occhi e guardare un po’ più attentamente i miei comportamenti, i miei pensieri, le mie maschere!

Invece, è molto più facile mentire, soprattutto a se stessi.

Ma come mi sento in fase di crescita e scoperta ho deciso di essere di fare un passo in questa direzione.

Ho iniziato a guardare e ammettere certi aspetti di me che non volevo vedere, nominare e pensare. Chissà quanto altro c’è da scoprire?

Però, il bello è che la vera auto-accettazione accelera il cambiamento. È più facile arrivare alla meta se siamo consci quale è il punto di partenza. Inoltre, il vero rispetto per se stessi attira verso di se quello che il cuore desidera ardentemente e quando dici: “mi amo e mi accetto” in effetti dici “voglio realizzare pienamente il mio potenziale”. Se non c’è vergogna nell’ammettere le proprie mancanze e debolezze allora non c’è timore di accettare la propria magnificenza. Accettando e guardando negli occhi le proprie parti oscure si è capaci di accettare anche lo splendore della luce. In fondo la dualità ha un preciso scopo: come possiamo apprezzare la luce se non conosciamo il buio?

Dunque, bando alle ciance e passiamo ai “compiti”. Se vuoi essere un mio compagno in questo piccolo viaggio inizia col primo esercizio.

Scrivi nel tuo diario (oppure in un quaderno speciale per questo percorso) tutto quello che non accetti di te stesso dal punto di vista fisico, mentale, caratteriale ecc.

Poi, osserva chi è che giudica negative oppure non accetta parti di te. Sei veramente tu oppure una parte di te che ha bisogno di guarigione? Fai un passo indietro e scrivi di nuovo, stavolta, da un punto di vista oggettivo, quello che non accetti di te. Se non sono stata abbastanza chiara chiedi con un commento a questo articolo.

Poi, per sette giorni di fila, ogni benedetto giorno scrivi per settanta volte: “Io perdono me stesso/a completamente.”

Il prossimo passo verso l’autostima lo posterò fra sette giorni. 

Sii generoso, condivi con gli altri questo articolo!

8 commenti

  1. Lory
  2. Felicia

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento