Le Valchirie – Paulo Coelho

gen
2011
15

scritto da on Angeli, Guarire, libri, recensioni

Nessun commento

 

   
 

Paulo Coelho è uno dei miei autori preferiti…. uno dei suoi libri mi ha cambiato la vita - non chiedetemi quale e come, al momento rimane il MIO libro che ha cambiato la mia vita …

La settimana scorsa mi è arrivato il suo ultimo libro: “Le Valchirie”. Ieri sera, l’ho letto e devo dire che mi è piaciuto molto. Il libro mi ha preso subito, è stata una lettura facile e molto piacevole. Coelho ha questo talento unico di trasmettere idee e concetti profondi con parole molto semplici.

Sembra che sia una storia vera, la sua storia vera: in effetti, Coelho mi ha dato sempre l’impressione che è un’anima in cerca, in cerca di qualcosa che forse abbia già fra le mani. In effetti, questo libro è stata la conferma della mia intuizione.

L’autore racconta il suo viaggio nel deserto del Mojave per vedere il proprio Angelo custode. Eh, sì! Questo è Coelho, non gli basta parlare all’angelo deve anche vederlo!

Nonostante lui abbia intrapreso il cammino della magia sotto la guida di un illustre maestro, si comporta un po’ da “sempliciotto” – un  po’ come tutti noi, in fondo. Va a cercare lontano, in un deserto, quello che è già vicino, a portata di mano.

Quindi, Coehlo passa questi 40 giorni nel deserto, insieme alla moglie Chris ed affronta varie prove che porteranno al “risveglio” della moglie ed infine, alla vista del tanto amato angelo. Il tutto è condito con un pizzico di gelosia e intrighi d’amore che hanno al centro dell’azione l’autore (e chi altro?) – lui, beato fra le donne, la moglie e le Valchirie, donne guerriere vestite di pelle (un po’ di sado-maso sta bene dovunque, diciamolo) che vanno nel deserto a predicare la parola di Dio.

Ok, non vi racconto tutto, vi garantisco che è un libro che merita di essere letto, vi posto sotto qualche paragrafo che mi è piaciuto particolarmente.

Se volete acquistarlo, lo potete fare QUI. Ah, un’ultima cosa: i commenti sono sempre molto graditi! Gracias!


 Gi angeli sono amore in movimento. Amore che non si ferma mai, che lotta per crescere, che sta al di là del bene e del male. Quell’amore che tutto divora, che tutto distrugge, che tutto perdona. Gi angeli rappresentano l’incarnazione di questo amore, e nel contempo, ne sono i messaggeri.

********************************* 

Allorché iniziamo a pensare all’angelo, egli comincia a manifestarsi. Poi la sua presenza diviene sempre più tangibile, più viva. In un primo momento, però, gli angeli si mostrano in un modo assai convenzionale: attraverso gli altri esseri umani.

**********************************

Molti uomini si rifiutano di vincere, quando reputano scontata vittoria. È una sorta di tacito patto che stipulano con se stessi. E’ qualcosa che lo fanno tutti. In qualche momento della vita, tutti abbiamo stipulato un patto analogo con noi stessi. E’ questo il motivo per cui un angelo con una spada fiammeggiante presidia l’ingresso del Paradiso. Per lasciare entrare soltanto coloro che hanno sconfessato l’accordo.

*****************************************

Il peccato più grande è la mancanza d’amore. Mostratevi coraggiosi, imponetevi di amare, anche quando l’amore vi sembra un sentimento traditore e infido. Rallegratevi dell’amore gioite nella vittoria. Seguite le indicazioni dei vostri cuori.

 

 

 

Rispettate tranquillamente vostri obblighi: ciò non impedirà nessuno di perseguire sogni. Ricordatevi che anche essi sono una manifestazione dell’Assoluto. In questa vita, sforzatevi di compiere solo azioni degne di valore. Soltanto coloro che agiranno in questo modo saranno in grado di comprendere le grandi trasformazioni che stanno per sopraggiungere.

 ********************************

Le porte del paradiso sono nuovamente spalancate e accessibili. Dio ha allontanato l’angelo che montava la guardia con la spada fiammeggiante. Per un certo periodo di tempo – nessuno sa esattamente per quanto -, chiunque può entrare, purché si accorga che l’ingresso è aperto.

******************************************

Ciascuno di noi deve percorrere una strada diversa per raggiungerlo. Ecco perché è indispensabile che gli uomini entrino in comunicazione con gli angeli custodi. Perché soltanto loro conoscono la strada migliore. Chiedere un aiuto al prossimo non serve.

 

 

Secondo la Tradizione, nel futuro immediato si scatenerà una nuova guerra. Una lotta assai sofisticata, alla quale nessuno potrà sfuggire – perché attraverso le sue battaglie si completerà la crescita dell’uomo. Sarà combattuta da due eserciti. Le schiere del primo accoglieranno coloro che hanno ancora fiducia nella razza umana, che credono nelle potenzialità occulte dell’uomo e sono consapevoli che il prossimo passo del suo cammino consisterà nell’accrescimento dei doni individuali. Le file dell’altro raduneranno coloro che negano il futuro, che credono che la vita si esaurisca nella materia, oltre a quelli che, pur possedendo la fede, purtroppo sono convinti di avere scoperto la via dell’illuminazione e vogliono costringere il prossimo a seguire la loro strada.

********************************

Ecco il motivo per cui gli angeli sono tornati e devono essere ascoltati: perché soltanto loro possono mostrarci il cammino-nessun altro è in grado di farlo. È possibile condividere le proprie esperienze, tuttavia non esistono formule per sviluppare i doni e accrescere le doti. Per migliorarci, di oggi consente generosamente di attingere alla sua saggezza e al suo amore – è facile, molto facile trovarli.

****************************

… noi abbiamo responsabilità enormi: in questo momento della Storia, dobbiamo impegnarci per sviluppare i nostri poteri, per prendere coscienza dell’universo non finisce con le pareti della nostra stanza, per imparare a conoscere i segnali, per inseguire sogni e per ascoltare la voce del nostro cuore.

*********************************

Noi siamo responsabili di tutto ciò che accade in questo mondo. Siamo i Guerrieri della Luce. Con la forza del nostro amore della nostra volontà, possiamo cambiare il corso del nostro destino e di quello di molta altra gente.

************************************

Verrà il giorno in cui il problema dello sterminio per fame potrà essere risolto con il miracolo della moltiplicazione dei pani. Verrà il giorno in cui l’amore sarà accettato da tutti i cuori, e la condizione umana più terribile – la solitudine, assai peggiore della morte – sarà bandita dalla faccia della Terra. Verrà il giorno in cui coloro che bussano a una porta, la vedranno aprirsi; coloro che chiedono qualcosa, lo terranno; coloro che piangono, saranno consolati.

 

Per il pianeta Terra, quel giorno è ancora lontano. Ma, per ciascuno di noi, può essere già domani. E’ sufficiente accettare e praticare una regola molto semplice: è l’amore – di Dio e del prossimo – a mostrarci il cammino. I nostri difetti, le nostre miserie, i nostri luoghi oscuri, il nostro odio represso, i nostri lunghi periodi di debolezza e disperazione non hanno alcuna importanza: se pretendiamo di emendarci prima di inseguire i nostri sogni, non raggiungeremo mai il Paradiso. Se invece siamo disposti ad accettare serenamente ogni nostra pecca – convinti di meritare comunque una vita gioiosa  e felice -, allora ci renderemo conto di star aprendo un’immensa finestra dalla quale far entrare l’Amore. A poco a poco, le nostre manchevolezze spariranno, perché soltanto chi vive nella felicità riesce a guardare il mondo con Amore – la forza che rigenera tutto ciò che esiste nell’Universo.

******************************** 

Non siamo soli. Il mondo si trasforma – e noi siamo parte di questa trasformazione. Gli angeli ci guidano e ci proteggono. A dispetto delle ingiustizie, dei castighi immeritati e malvagi che dobbiamo sopportare, nella convinzione di non saper cambiare le cose sbagliate in noi e nel mondo, un’incommensurabile certezza ci sprona: l’Amore sarà sempre più forte, e ci aiuterà a crescere. E ci insegnerà a capire le stelle, gli angeli e i miracoli.

***********************


 


 

Sii generoso, condivi con gli altri questo articolo!

Lascia un Commento